Distretto A Weekend: il Blocco A tra mostre, Urban contest e Contemporaneo

E’ quasi tutto pronto per Distretto A Weekend del 18-19-20 maggio e il Maggio Faentino si prepara ad accogliere la seconda tappa del suo racconto, in un viaggio viaggio lungo i 54 spazi che compongono la manifestazione, i 68 eventi tra mostre, laboratori e visite guidate, i 46 punti food e i 38 tra birrifici e cantine. Un percorso unico in Romagna tra enogastronomia, mostre, arte e tanto altro. In puro stile Distretto A! Zavagli e Svarioni è il tema scelto per questa edizione e l’idea nasce dal fatto che la creatività, l’arte e l’artigianato si sposano all’idea – a volte in controtendenza – che la perfezione non sia solo irraggiungibile, ma anche noiosa e omologante. E quindi bene fare spazio agli “zavagli”, le cose inutili ma che spesso hanno più cuore e storia degli oggetti funzionali, e agli “svarioni”, gli errori, che in sé a volte custodiscono una poetica, una personalità, un ribaltamento delle prospettive. Qui il programma completo: Distretto A Weekend – programma

Oltre alla Cena Itinerante e alle passeggiate tra le vie del Distretto, vogliamo parlare oggi del padiglione centrale del sistema espositivo messo in azione da Distretto A. Sì, stiamo parlando del Blocco A, ubicato quest’anno all’ex-DO in via Mura Mittarelli. Luogo affascinante e in passato sede di eventi legati alla creatività giovanile, l’ex-DO accoglierà durante la tre giorni un progetto espositivo in tre sezioni.

Ecco cosa sapere per entrare in mood Zavagli e Svarioni anche qui!

Heriz Bhody Anam: “La mia visione: zavagli e svarioni”

Heriz Bhody Anam

In linea con il tema di quest’anno, il primo piano del Blocco A sarà dedicato all’installazione dell’artista faentino Heriz Bhody Anam con “La mia visione: Zavagli e svarioni”. Realizzata site specific per questo spazio, l’installazione vuole essere un omaggio all’istrionico, zingaresco ed eclettico artista, che attraverso tele, ceramiche ed altri oggetti ha ricreato per l’occasione un frammento del proprio universo espressivo attraverso le atmosfere ironiche, gioiose ma anche oscure e beffarde che da sempre lo caratterizzano.

Verso il premio Francesco Pinoni: il contemporaneo secondo Francesco

La seconda installazione in programma è dedicata alla memoria di Francesco Pinoni, direttore di banca, collezionista, e alla sua passione per l’arte concepita come risorsa fondamentale di un territorio. Quella stessa passione che ha spinto Vittoria Graziani a creare – in collaborazioni con alcune realtà significative del territorio – il premio Francesco Pinoni per l’arte contemporanea. Tra gli artisti presenti al Blocco A: Claudio Amadei, Bottega Gatti, Luca Caccioni, Silvia Camporesi, Cristina D’Alberto, Oscar Dominguez, Monika Grycko, Alan Guzman, Ana Hilar, Chiara Lecca, Monti, Marta Pachon, Fiorenza Pancino, Beatrice Pasquali, Nero, Stefano Scheda, Ettore Sottsass per Bottega Gatti, Marco Samorè.

L’Urban Art Contest 2018 e la mostra collettiva dei bozzetti partecipanti

Come saprete, il Distretto A ha promosso in questa edizione un Urban Art Contest, bando internazionale con l’intento di valorizzare gli spazi urbani attraverso interventi di street art. Il concorso, collegato anche a una campagna di crowdfunding, ha decretato vincitore Tellas (Cagliari, 1985) considerato dall’Huffington Post USA fra i 25 street artist più interessanti del mondo. Con Terra e Mare, l’artista ha interpretato il tema del concorso unendo idealmente in un dialogo Faenza e Palermo, ​dove realizzerà appunto due opere murali: la prima si scoprirà a Faenza il 19 maggio alle 18.30 e verrà realizzata proprio sulla facciata dell’ex-DO e la seconda, a Palermo (capitale italiana della cultura 2018), sarà presentata il 16 giugno​. Tutti i 51 bozzetti che hanno concorso alla selezione Urban Art Contest, provenienti sia dall’Italia che dall’estero, verranno esposti in una collettiva al Blocco A.

Terra – il bozzetto vincitore per l’opera muraria all’ex-DO di Faenza

Per permettere che il progetto Urban Art Contest possa svilupparsi in futuro e contribuire a dare un volto migliore alla città che abitiamo, avvicinando le persone al dibattito dell’arte, è stato lanciato un progetto di crowdfunding, una raccolta collaborativa che parta dal basso (come tutte le attività di Distretto A fino dalla sua nascita) e sensibilizzi verso la donazione spontanea di fondi per proseguire nella realizzazione di altri interventi di street art, avvicinando contemporaneamente le persone alla cura dei beni comuni che migliori la qualità della vita in città. Per informazioni: https://www.planbee.bz/it/project/urban-art-contest

Un’occasione imperdibile per immergersi a 360° nell’arte contemporanea e viverla in prima persona

Dove: Blocco A 2018 – Via Mura Mittarelli, Faenza (Ingresso gratuito)

Quando: Venerdì 18 e sabato 19 maggio dalle 18:30 alle 24 – Domenica 20 maggio dalle 9:00 alle 13:00

Inaugurazione murales Tellas Sabato 19 maggio ore 18.30