Open post

100km del Passatore: tutti gli eventi collaterali dell’ultramaratona più bella del mondo

Un evento per runners e per appassionati di storie umane. Questa è la 100km del Passatore, l’ultramaratona tra Firenze e Faenza che chiude la seconda edizione del Maggio Faentino. La gara partirà sabato 25 maggio alle 15.00 da Piazza del Duomo e vedrà l’arrivo dei primi runner in Piazza del Popolo già la sera dello stesso giorno. A sfidare gli stoici Giorgio Calcaterra e Nikolina Sustic ci saranno 3300 atleti, quasi 300 in più dell’edizione 2018, segnando così un vero e proprio record. Come ogni anno sono tante le iniziative che faranno da corollario alla manifestazione e ve le vogliamo raccontare qui!

Galleria Comunale d’arte della Molinella: tra mostre e mental coaching

Da lunedì 20 maggio a domenica 26 maggio, alla Galleria Comunale d’Arte del Voltone della Molinella a Faenza, sarà possibile visitare la mostra fotografica “100 meravigliosi chilometri”, a cura di Gianni Zampaglione, che

Le ceramiche alla Galleria della Molinella
Le ceramiche alla Galleria della Molinella

permetterà al pubblico di rivivere tutte le tappe più importanti del percorso che dal 1973 collega la città di Firenze a quella di Faenza. Qui sarà possibile visionare anche la mostra “FaienceX100 – Le ceramiche faentine premiano la 100 km del Passatore”. Venerdì 24 maggio, alle 20,30, al Voltone della Molinella, si terrà anche la serata di allenamento mentale realizzata da Ekis, “Correre con la testa”, condotta da Andrea Zavaglia.

Le staffette

Cinque le staffette in programma nella giornata del 25 maggio 2019: “Gioca sport”, la cui partenza è prevista da Punta degli Orti alle 17 con arrivo alle 19.30 in piazza del Popolo; “Anchi’io Corro x 100 Km di solidarietà” organizzata da asd autismo a partire dalle 20; la staffetta curata da asd disabili che scatterà da Bocca dei Canali con arrivo alle 20; quella degli alunni dell’istituto comprensivo “Faenza San Rocco” (partenza 15,30 da Marradi/Biforco e arrivo a Faenza alle 20,45) e la 50×1000 dello Csi Faenza e Atletica 85 che partirà alle 16.45 dal passo della Colla di Casaglia e il cui arrivo è atteso per le 21.15 in piazza del Popolo a Faenza.

Cibo & intrattenimento: tutti gli appuntamenti

Al Passo della Colla, il gazebo del Rione Giallo sarà al servizio del pubblico presente nella giornata di sabato 25 maggio dalle ore 10.00 alle ore 24.00. Sempre il 25 maggio, alle 18.00, ad animare piazza del Popolo ci saranno Daniele

100km - punti ristoro lungo il tragitto
100km – punti ristoro lungo il tragitto

Menarini e Danny Frisoni che ci racconteranno la storia della 100 km del Passatore con immagini e filmati proiettati sul maxischermo. Lo stand gastronomico sarà curato dal Rione Nero (a partire dalle 17.00 di sabato 25 maggio 2019 fino alla premiazione di domenica alle 11.00) ed è previsto un intrattenimento musicale a partire dalle 18,30. In viale Marconi, dalle 19.00, Luca Piazza presenterà “Ultimo km”, con musica e animazione, accompagnando con la sua energia i runner al traguardo. Ad attendere i vincitori con il suono delle chiarine ci sarà il Gruppo Municipale di Faenza del Palio del Niballo. Domenica 26 maggio, l’intrattenimento riprenderà sempre in viale Marconi a partire dalle 8,30, precedendo l’inizio delle premiazioni in piazza del Popolo alle 9,30.

Come sempre, non dimenticate di usare #maggiofaentino per raccontare la vostra 100km del Passatore! Il 25 e il 26 maggio in Piazza del Popolo troverete ad attendervi i volontari della Scuola Oriani con le cornici colorate e pieni di papaveri a immortalare i vostri momenti della serata.

Open post

100km del Passatore: numeri da record per la 47^ edizione

E’ ai blocchi di partenza la 100km del Passatore, l’utramaratona che stavamo tutti aspettando e che chiude la seconda edizione di Maggio Faentino. Un’avventura umana e sportiva che vede quest’anno gareggiare 3300 iscritti (300 in più della passata edizione), segnando così un vero e proprio record di partecipazione. La gara partirà sabato 25 maggio alle 15.00 da Piazza del Duomo di Firenze e vedrà tagliare il traguardo faentino in Piazza del Popolo già la sera dello stesso giorno.  Le premiazioni si svolgeranno nella mattinata del 26 maggio in Piazza del Popolo.

100km del Passatore: numeri e runners

Andrea Zambelli e Giorgio Calcaterra

Una vera e propria macchina sportiva alimentata dalla passione di tante persone che continuano ad emozionarsi davanti alle imprese incredibili e alla determinazione dei runners protagonisti. Tra loro si contano 547 donne, 1250 esordienti, 432 toscani, 157 faentini, 560 emiliano romagnoli ed oltre 120 atleti provenienti da 28 nazioni straniere. A sfidare il campione in carica Andrea Zambelli troviamo anche quest’anno il recordman del ‘Passatore’ Giorgio Calcaterra (12 edizioni vinte consecutive della Cento oltre a 3 titoli mondiali nei 100 km su strada). In campo femminile ci sarà anche in questa edizione la quattro volte vincitrice, nonché terza assoluta nel 2016 e detentrice del record femminile, Nikolina Sustic. Numerosa quest’anno la presenza di runners croati, pronti a disputare la corsa in quanto campionato croato di specialità 100 km su strada. 3300 iscritti, 700 volontari, 23 punti di ristoro, 20 ambulanze lungo il percorso, 11 stazioni fisse attrezzate e gestite da medici, una decina di zone massaggi, 16 stazioni ricetrasmittenti fisse e mobili e numerosi interpreti: questi i numeri incredibili della 47^ edizione.

Ecosostenibilità e mental coaching

Il papavero di Maggio Faentino alla 100km del 2018

Come per le altre manifestazioni del Maggio Faentino, anche la 100km del Passatore si impegna quest’anno ad implementare il carattere ecosostenibile della manifestazione. Grazie alla collaborazione con il runner Don Luca Ravaglia è stato infatti stilato un vademecum che prevede di non buttare rifiuti per terra e utilizzare solamente bicchieri lavabili, riciclabili e richiudibili. Sempre in tema di ecosostenibilità, la Cento 2019 vede l’ingresso di “100×100”, progetto di Mariella Di Leo che ha l’obiettivo di unire 100 donne di tutta Italia che correranno senza il supporto di alcun mezzo al seguito, facendo affidamento su sé stesse e sui punti di ristoro allestiti lungo il percorso. Confermato anche quest’anno il supporto di mental coaching con Ekis, The Coaching Company. Già a partire dal mese di aprile, la Cento e Ekis hanno fornito ai runners brevi video di preparazione mentale, inviando strumenti che permettano loro di avere la mente come alleato durante la preparazione e in gara, per portarla a termine con successo e soddisfazione. Un allenamento che proseguirà con un appuntamento in diretta sulla pagina Facebook ufficiale e una serata dedicata alla preparazione mentale prima della gara con Andrea Zavaglia, in programma il 24 Maggio 2018 alle 20.30, alla Galleria Della Molinella di Faenza.

Informazioni utili

La consegna dei pettorali e degli indumenti, gli spogliatoi, i bagni chimici e il pasta party saranno in Piazza Vittorio Veneto a Firenze con stand accessibili dalle ore 10:30 fino alle ore 14 del 25 maggio. Piazza Vittorio Veneto è raggiungibile dalla stazione di Santa Maria Novella utilizzando la Tramvia Linea T1 (3 fermate – scendere alla fermata Cascine). La Cento 2019 sarà trasmessa in diretta esclusiva da Teleromagna sul canale 14 e sarà visibile in Emilia-Romagna, Veneto e Lombardia, oltre che sul sito internet della rete televisiva. In radio, sarà possibile seguire il ‘Passatore’ con Radio Cose Belle (frequenze fm 101.3 e 91.0) e in diretta streaming anche tramite apposita App, realizzata appositamente da RCB.

Non dimenticate di usare #maggiofaentino per raccontare la vostra 100km del Passatore! Il 25 e il 26 maggio in Piazza del Popolo troverete ad attendervi i volontari della Scuola Oriani con le cornici colorate e pieni di papaveri  per immortalare i vostri momenti della serata. Continuate a seguirci per scoprire nei prossimi giorni gli eventi collaterali della manifestazione.

Open post

Curiosità e appuntamenti collaterali della due giorni di Buongiorno Ceramica!

Faenza passione ceramica. E’ alle porte il fine settimana del 18 e 19 maggio, quando botteghe, studi artistici, musei e scuole della città apriranno le loro porte al pubblico per raccontare tutta la dedizione e l’esperienza dietro alla creazione delle ceramiche faentine. Terra, acqua e fuoco: una formula all’apparenza semplice ma che nasconde al suo interno tutto il know-how che ha reso i maestri ceramisti faentini famosi in tutto il mondo. Oltre al programma e agli itinerari già diffusi tra visite e workshop, la due giorni prevede anche altri eventi e momenti di incontro da mettere in agenda.

Presentazione guida turistica “La città della Ceramica”

Sabato 18 maggio alle ore 19.00, sarà presentata al Museo Carlo Zauli la guida turistica “Le Città della Ceramica”, realizzata da AiCC e Touring Club Editore, nell’ambito del progetto Mater Ceramica. Interverranno alla presentazione Pier Luigi Bazzocchi (Console regionale dell’Emilia-Romagna del Touring Club Italiano), Massimo Isola (Vice Sindaco di Faenza e Presidente AiCC) e il Senatore Stefano Collina (Presidente AEuCC – Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale “Città della Ceramica”). Un’occasione per assistere al lancio di questa guida che racconta il filo conduttore e gli itinerari che legano le città di antiche tradizione ceramica italiane. A seguire (ore 19.30), all’Hotel Vittoria sarà presentata l’installazione “Ceramica come se piovesse”, a cura di Distretto A (evento in compresenza con Distretto A Weekend) e Ente Ceramica Faenza.

Musei e scuole delle città

Oltre alle botteghe e agli studi d’arte cittadini, partecipano a Buongiorno Ceramica anche i musei faentini, tra cui il MIC, il Museo Carlo Zauli – con aperture straordinarie anche nell’ambito di Distretto A Weekend e la mostra Balancingdi Mirco Denicolò – e il Museo Diocesano con la visita guidata alle nuove acquisizioni dal titolo Percorsi d’Arte (inaugurazione 18 maggio, ore 17.30). Inoltre aderiscono a Buongiorno Ceramica anche l’ISIA di Faenza e il Corso ITS (Corso Biennale di Tecnico Superiore per sostenibilità, sviluppo, design del prodotto ceramico).

L’ISIA di Faenza – istituto di alta formazione nell’ambito del design e della comunicazione – presenterà al pubblico La Ceramica Parallela, mostra a cura di Salvatore Arancio e Marinella Paderni (inaugurazione 18 maggio, ore 11.00) inaugurata durante la Milano Design Week 2019. Un’installazione di piccoli e grandi totem in ceramica smaltata, realizzata grazie all’utilizzo di nuove tecnologie tra cui la stampante 3D. Alla Galleria Comunale d’Arte (Voltone Molinella), troverete invece l’Open Day del Corso ITS con gli studenti che presenteranno i corsi 2019/2021 e laboratori di sperimentazione ceramica per ragazzi e adulti, oltre all’esposizione di progetti e prototipi di tesi (sabato 18 maggio ore 16.19; domenica 19 maggio ore 10-13 e 15-18).

Cibo e ceramica

Nella giornata di domenica ci saranno infine altri due eventi che coinvolgono le botteghe, entrambe nel filone ceramica e cibo: la prima sarà Colazione in bottega, appuntamento ormai consolidato della bottega La Vecchia Faenza in collaborazione con Distretto A, per proseguire poi a pranzo con Piatto Unico e Solo, una collaborazione tra FM con gusto e la ceramista Elvira Keller (con lo chef Fabrizio Mantovani che interpreta i piatti di Elvira Keller, acquistabili con o senza la proposta gastronomica).

Fabbrica Ferniani
Fabbrica Ferniani

Fabbrica Ferniani: apertura straordinaria

Nella giornata di sabato, non perdetevi la riapertura straordinaria della Fabbrica Ferniani. Una collezione di famiglia che raccoglie il campionario della produzione della manifattura Ferniani nei due secoli di vita dal 1693 al 1893. Nelle 8 sale dedicate alla collezione si potranno ammirare i vari stili dei decori su ceramica: dal barocco di fine Seicento all’eclettismo ottocentesco. La collezione è allestita permanentemente presso villa Case Grandi in località Errano, a pochi km da Faenza in direzione Brisighella. Prenotazione obbligatoria presso IAT-Pro Loco Faenza (voltone Molinella 2, Faenza – t. 0546 25231).

 

 

 

 

 

Come sempre, non dimenticate di usare #maggiofaentino nel racconto degli eventi. Nella giornata di sabato 18 maggio il desk di Maggio Faentino con i ragazzi dell’ITC Oriani sarà itinerante e sarà la cornice di papaveri a scovare voi all’interno delle Botteghe.

Ph Credits: Antonio Veca

Open post

Laboratori e colazioni speciali al Distretto A Weekend

Il fine settimana di Distretto A Weekend è alle porte con un ricco programma di eventi che si distribuiranno tra venerdì 17 maggio e domenica 19 al mattino. Oltre all’appuntamento con la cena itinerante di venerdì e arte & cibo di strada di sabato, l’edizione di quest’anno ha in programma alcune novità e curiosità che non potete farvi sfuggire. Ve le raccontiamo qui.

I laboratori di sabato e domenica

Faenza è storicamente una città dedita all’artigianato artistico, dove l’arte del “sapere fare delle mani” è nel dna dei tanti maestri artigiani faentini che portano avanti tradizioni che rischiano di scomparire, ma che invece rappresentano un importante patrimonio culturale. Ecco allora che il fine settimana ad alta densità artistica della città si fa esperienziale con una serie di laboratori aperti al pubblico (su prenotazione) che vi anticipiamo qui in dettaglio:

  • Le sfoglie possono volare? – In concomitanza con Buongiorno Ceramica! del 18 e 19 maggio, sarà possibile
    Laboratori ceramici

    partecipare al laboratorio ceramico a cura di Ivana Anconelli – Mabilab, che unisce scrittura, argilla e pittura. Un’esperienza ceramica secondo il metodo Bruno Munari, dove le nozioni pratiche vengono tramandate attraverso il gioco. Sabato 18 maggio (h. 16-18.30). Laboratorio con 15 posti disponibili: 15 € (info e prenotazioni 338 8166549), Via Micheline, 4 (laboratorio Mabilab)

  • Lumi e paralumi
    Lumi e paralumi

    Lumi e paralumi – In un’epoca storica dove tutto è sempre più omologato e industriale, ecco un’occasione per mettersi in gioco e riparare o dare nuova vita a una lampada o un paralume. Sabato 18 maggio (h. 16-18.30) non perdete l’appuntamento con questo laboratorio a cura di Stefania DonatiLaboratorio con 6 posti disponibili: 15 €, Via Sarti, 36 (Bottega Arti e Mestieri) 

  • Sega, pialla e scalpello, primi passi in falegnameriaRomolo Reggi, esperto nella realizzazione di prototipi, arredi e manufatti in legno massello lavorato a mano, vi insegnerà come
    L'arte della falegnameria
    L’arte della falegnameria

    imparare a costruire un piccolo oggetto in legno. Dalle le fasi di lavorazione all’utilizzo dei più comuni utensili da falegname. L’appuntamento è per domenica 19 Maggio (10-12.30). Laboratorio con 8 posti disponibili: 15 €, Via Giangrandi, 2 (Palazzo Giangrandi)

  • La pasta sfoglia della Maria – Per chi vuole cimentarsi nell’arte del matterello e vestire per una mattina i panni dell’azdora, Paola Fabbri vi insegnerà domenica 19 Maggio (10-12.30) tutti i trucchi per tirare la sfoglia con tagliere e mattarello. Al termine di questa esperienza, potrai portare a casa le tagliatelle di tua creazione e cucinarle per la tua famiglia. Laboratorio con 15 posti disponibili: 15€, Via S. Ippolito 12/A (laboratorio La Bottega del Buon Gustaio)

 

Colazioni tra PIL e ceramica

Se venerdì itinireremo tutti tra le vie del distretto alla scoperta di spazi ad alto indice enogastronomico e artistico e

Pil a colazione
Pil a colazione

sabato ci rilasseremo tra arte, aperitivi, cene private e food truck, domenica sarà l’occasione per concludere con lentezza il fine settimana. Ad attenderci dalle 9.00 alle 13.00 ci sono tre colazioni in programma, ospitate in location inusuali che cambieranno il nostro modo di pensare alla colazione alternativa. In compresenza con Buongiorno Ceramica!, alla Bottega ceramica “La Vecchia Faenza” (Via Sant’Ippolito 27) potremo degustare ottime brioches appena sfornate servite su piattini in ceramica dipinta a mano, che si potranno poi portare a casa con noi. Per saperne invece di più sulla attuale situazione PIL, tassi di interesse e mondo bancario, non perdetevi l’appuntamento alla Cassa di Risparmio di Cento (C.so Garibaldi 23/E) dove ci sarà una lettura di giornali di economia con l’esperto. Infine, ci sarà il Quazar (Via Emiliani 2) da sempre luogo dedito alla diffusione dell’arte in città.

Come sempre ricordate di usare #maggiofaentino nelle vostre foto della tre giorni e buon Distretto A Weekend!

Open post

Buongiorno Ceramica!: due giorni alla scoperta della ceramica faentina

Torna il 18 e 19 maggio la quinta edizione di Buongiorno Ceramica!, il quarto degli eventi in programma del calendario del Maggio Faentino all’insegna della scoperta dei luoghi e i protagonisti della ceramica cittadina. Una manifestazione che si svolgerà in contemporanea in 40 città di antica tradizione ceramica e che a Faenza è coordinata dall’Ente Ceramica. Un’occasione unica per scoprire botteghe, artigiani e artisti della ceramica e per toccare con mano la magia che si cela in questi luoghi ricchi di fascino: dalle botteghe ai laboratori e aziende ceramiche, passando per artigiani e artisti, musei e operatori della ceramica impegnati. Se volete “mettere le mani in pasta” e cimentarvi nei tanti laboratori in programma o nell’arte del tornio, non potete perdervi gli appuntamenti che trovate qui in programma.

Sabato 18 maggio alla scoperta di botteghe e laboratori ceramici faentini

Quando si parla di artigianato locale si parla spesso del ‘saper fare delle mani’, ma cosa significa esattamente? A rispondere a questa domanda sono i tanti ceramisti che giorno dopo giorno lavorano l’argilla, decorano e creano nuove forme con svariati stili e tecniche che partono dalla tradizione per contaminarsi con l’estetica contemporanea. Tanti gli

Laboratori nelle botteghe – ph Antonio Veca

appuntamenti in programma nella giornata del 18 maggio, tra cui diversi laboratori ceramici organizzati da Fosca Boggi, Arte49, Lega Carla Ceramiche d’Arte, Mabilab di Ivana Anconelli (Spazio Permanente Metodo B. Munari) e Bottega Mirta Morigi & Girls. A Mi.Mo Gallery, inoltre, sarà possibile visitare la mostra “Ceramiche dalla città di Gmunden”, in occasione dei 10 anni di gemellaggio di Faenza con la città di Gmunden in Austria (inaugurazione 17 maggio, ore 18.00). Oltre alle visite nelle botteghe a porte aperte, si segnala anche la riapertura speciale della collezione-museo delle ceramiche Ferniani: un salto nella produzione ceramica faentina tra Settecento e Ottocento che sarà visitabile nella giornata di sabato unicamente su prenotazione (IAT-Pro Loco c/o voltone Molinella 2, Faenza – t. 0546 25231).

E se siete curiosi di scoprire anche gli altri appuntamenti tra musei, open day e aperture straordinarie, ve li sveliamo a breve. Seguiteci per saperne di più!

Il mercato della ceramica faentina: la novità dell’edizione 2019

Se non conoscete le produzioni ceramiche faentine e volete averne una visione d’insieme, potete farlo durante il mercato della ceramica faentina, novità di questa edizione che si terrà in Piazza Nenni per tutta la giornata di domenica 19 maggio. Saranno una ventina i ceramisti a presentare la loro produzione in un mercato all’aperto, dove

Mercato della ceramica - ph Antonio Veca
Mercato della ceramica – ph Antonio Veca

trovare ceramiche artistiche e artigianali, spaziando tra arte, scultura, design, complementi d’arredo, oggetti per la casa e accessori moda. Durante il mercato potrete assistere dal vivo ad una spettacolare performance di costruzione di un grande vaso in argilla a colombino a cura del Comitato organizzatore del Mondial Tornianti. Infine alle ore 18.00, sempre in Piazza Nenni, torna l’attesissimo Aperitivo del Ceramista, con il vino dei produttori del territorio, offerto da Associazione Torre di Oriolo, nei bicchieri in ceramica realizzati per l’occasione da 28 tra botteghe ceramiche e ceramisti faentini. Ad accompagnare l’aperitivo sarà l’intervento musicale a cura della Scuola di Musica G. Sarti di Faenza.

I numeri di Buongiorno Ceramica!

  • 2 giorni
  • 1 mercato della ceramica faentina
  • 1 grande vaso a colombino
  • 5 quintali di argilla
  • 33 ceramisti e botteghe ceramiche coinvolte
  • 4 musei
  • 1 mostra all’ISIA di Faenza
  • 1 ITS Ceramic Lab alla Galleria Comunale d’Arte
  • 1 straordinaria collezione-museo privata aperta al pubblico
  • 1 aperitivo del ceramista
  • più di 300 bicchieri in ceramica
  • 7 laboratori per bambini e adulti

Ad accogliere il pubblico ci sarà anche il desk di Maggio Faentino con l’animazione dei ragazzi dell’ITC Oriani di Faenza. Preparate la macchina fotografica per farvi immortalare nelle cornici di papaveri!

Non dimenticate di scaricare la mappa e usare l’hashtag #maggiofaentino e #buongiornoceramica

Open post

Distretto A Weekend: tra arte, cibo, visite guidate e #grazieprego

Il Quartiere ad Alta Densità Artistica della città di Faenza, si prepara ad accogliere la XII edizione del Distretto A Weekend, l’appuntamento itinerante che unirà dal 17 al 19 maggio arte e cibo, spazi pubblici e case private, chef stellati professionisti e imperdibili food experience. Tema dell’edizione di quest’anno sarà GraziePrego: un manifesto della gentilezza, attitudine che molto spesso viene dimenticata nella vita frenetica di tutti i giorni e che vuole essere la linea guida dei tanti eventi che si divideranno tra cena itinerante, arte e cibo di strada e colazioni e visite guidate. Prima di continuare a leggere, scaricate qui la mappa e iniziate a tracciare il vostro itinerario!

Cena itinerante: tutti i numeri della serata

Si parte venerdì’ 17 maggio con la cena itinerante, dove ad aspettare il pubblico ci saranno 54 spazi, 45 chef e 35 produttori di vino, birra e cocktail in un libero percorso accompagnato da installazioni, mostre e

I cortili del Distretto durante la Cena Itinerante

performance seguendo questa formula: dietro ad ogni spazio si trovano un piatto, un drink e un’artista. Ciò che rende speciale e unico il fine settimana di Distretto A Weekend è che oltre ai locali e postazioni nel quartiere, ci saranno corti private, studi di professionisti e case private ad aprire le loro porte al pubblico, all’insegna della convivialità e di quel buon vivere insito nel racconto del Maggio Faentino. Chi potrete trovare negli spazi allestiti durante la serata? Mappa alla mano, i nomi sono tanti tra cui DaGorini (nominato ai recenti World Restaurant Awards), il picnic mood di Scamporella, Benso, Akâmì, il giovane chef dell’Alexander di Ravenna, Postrivoro, Marè e tanti altri. La formula pensata dallo staff di Distretto A è quello di creare contaminazioni e condivisioni, mettendo insieme a grandi nomi, esperti e produttori emergenti di grande qualità e talento. Accanto a food & drinks potrete perdervi tra vie e cortili alla scoperta di installazioni d’arte, mostre e musei aperti. Infine, un pronto intervento fame notturna su ruote arriverà “in soccorso” con bomboloni e brioche della storica Pasticceria Flamigni di Faenza.

Arte e Cibo di Strada: tra cene private e aperitivi sui balconi

Relax nel distretto
Il buon vivere del Distretto A Weekend

Se il venerdì sera saremo tutti itineranti alla scoperta dei tanti connubi disseminati nel quartiere, sabato 18 maggio preparatevi a vestire i panni da flâneurs: sarà infatti l’occasione per prendere tempo, fermarsi a osservare, e gustare il cibo di strada che potrete trovare negli spazi della Piazzetta Carlo Zauli e di Piazza San Francesco. Il programma della serata propone infatti l’appuntamento con i consueti food truck – tra cui ci sarà anche il Magnolia To go dello stellato Alberto Faccani – a cui si aggiungono due cene private molto speciali. La prima è quella di Marta Scalabrini – una delle dieci giovani donne chef italiane emergenti secondo Identità Golose – impegnata in una cena dei Tempi di Recupero, progetto ideato da Carlo Catani. L’altra cena imperdibile sarà invece ospitata a casa di un architetto con il primo home cooking di Distretto A Weekend: una cena di pesce a cura di Cucina Itinerante, attorno a un tavolo per sole 20 persone. Non perdetevi poi gli aperitivi organizzati sui balconi, le presentazioni di libri nei cortili e i percorsi d’arte al Museo Diocesano.

La Domenica tra colazione e visite guidate

Domenica 19 maggio il fine settimana tra arte e cibo si conclude con una serie di  visite guidate in musei inediti, come il Museo di San Francesco o Casa Bendandi, e studi d’artista. Oltre alle visite ci saranno anche colazioni d’eccellenza – Quazar Coworking, Ceramiche La Vecchia Faenza e Cassa di Risparmio di Cento – e due dei quattro laboratori pratici che si svilupperanno tra sabato e domenica e che vi racconteremo a breve nel dettaglio. Distretto A Weekend promuove anche quest’anno un approccio green alla manifestazione nel rispetto dell’ambiente: oltre alla presenza del Green go bus, navetta elettrica che permetterà al pubblico di muoversi verso il centro storico, lo staff organizzatore ha messo in moto una serie di azioni volte a eliminare la vendita di bottiglie in plastica, l’incentivazione all’utilizzo di materiali biocompostabili e una squadra di volontari “pulizziotti” che aiuterà a tenere pulito l’ambiente. Per info e prenotazioni cene e laboratori: 338 8166549 oppure scrivete a

Ad accogliere il pubblico ci sarà anche il desk di Maggio Faentino con l’animazione dei ragazzi dell’ITC Oriani di Faenza in Piazzetta Carlo Zauli. Preparate la macchina fotografica per farvi immortalare nelle cornici di papaveri!

Non dimenticate di usare l’hashtag #maggiofaentino #dawe19 #DistrettoAWeekend  #grazieprego

Open post

Musica nelle Aie: l’anima green, solidale (e social) della quattro giorni di Castel Raniero

Una manifestazione green, solidale, social e con un finale all’insegna dell’improvvisazione. Oltre a musica ed enogastronomia sono anche questi gli elementi che caratterizzano questa edizione di Musica nelle Aie. Essere una manifestazione solidale e green al 100% è da sempre uno dei punti fermi di Musica nelle Aie. Ne sono un esempio l’utilizzo di materiale riciclabile e biodegradabile allo stand gastronomico, così come i progetti di solidarietà sostenuti dalla manifestazioneInoltre, anche quest’anno via Castel Raniero verrà chiusa al traffico a partire da alcune ore del giorno per permettere al pubblico di godersi al pieno la manifestazione nel rispetto della natura e senza il pensiero della macchina. Ecco qui le ultime informazioni da appuntarsi in previsione del fine settimana tra le aie.

Tre curiosità da sapere prima di arrivare a Castel Raniero

1. Sorridete, fotografatevi e condividete. Se siete già stati alla prima serata di Musica nelle Aie di giovedì 9 maggio avrete sicuramente visto le volontarie di Maggio Faentino dell’Istituto Oriani di Faenza sotto lo stand

Scatta e taggati con #maggiofaentino
Scatta e taggati con #maggiofaentino

vicino al palco centrale. Se non siete sicuri di averle individuate vi diamo qualche indizio: T-shirt rossa ‘Maggio Faentino’, desk Maggio Faentino e cornici piene di papaveri per immortalare i vostri momenti più belli. Fatevi una foto (o chiedete alle ragazze di farlo) e taggatevi utilizzando #maggiofaentino: vi condivideremo poi sui canali ufficiali della manifestazione. Oltre ai volontari Maggio Faentino, troverete anche la possibilità di farvi stampare una cartolina-fotografia dai volontari di Musica nelle Aie utilizzando #aiecartolina2019. Siate social e condividete!

2. Trebbo musicale improvvisato. Se siete musicisti o cantanti, domenica sarà la giornata giusta per esibirvi sopra ad un palco. A conclusione della premiazione del concorso musicale di domenica (dopo le ore 20.00), avrà luogo una Jam Session Folk con tutti quelli che avranno voglia di mettersi in gioco e suonare, cantare e ballare in compagnia per il Gran Finale di #musicanelleaie2019. Se stiamo parlando di voi, portate il vostro strumento musicale e iniziate a scaldare la voce.

3. Solidarietà coltivando la Musica nelle Aie. Musica, balli ed enogastronomia rappresentano a Musica nelle Aie anche un’occasione per dare spazio ad iniziative di solidarietà: la manifestazione aderisce infatti al progetto del Banco Alimentare che promuove da anni la riduzione dello spreco del cibo che viene recuperato e donato ai meno fortunati. Ma non solo. Parte del ricavato degli ingressi a offerta libera sarà devoluto al Pronto Soccorso di Faenza per l’acquisto di un ecografo in collaborazione con la Dr.ssa Berger. Un modo semplice ma importante per fare del bene alla collettività.

Bus navetta gratuito: ecco tutti i luoghi e gli orari

Anche quest’anno sarà attivo un bus navetta dal parcheggio di Errano e domenica 13 ci saranno dei pullman in partenza anche dal PalaCattani di Faenza. Sempre di domenica sarà attivo il parcheggio di Villa Rotonda.

Ecco tutti gli orari delle chiusure:

Bus navetta gratuito

Venerdì 10 maggio: Chiusura del traffico di Via Castel Raniero dalle ore 20.00. A disposizione un bus navetta da Villa rotonda al campo sportivo (ultima corsa 23.30-00.00)

Sabato 11 maggio: Chiusura del traffico di Via Castel Raniero dalle ore 16.00. A disposizione un bus navetta da Villa rotonda al campo sportivo (ultima corsa 23.30-00.00)

Domenica 12 maggio: Chiusura del traffico di Via Castel Raniero dalle ore 10.00. A disposizione un bus navetta anche dal PalaCattani (Piazzale Tambini – Faenza) fino a Villa Rotonda.

Il servizio comprende andata e ritorno e i Bus Navetta dal Palacattani (Piazzale Tambini)  iniziano il giro dalle ore 12.00 fin alle 18.30. A partire dalle 18,30 solo da Castel Raniero verso il Palacattani (ultima corsa 23,30/00,00). Dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 18, 30, Bus Navetta anche da Villa Rotonda al campo sportivo di Castel Raniero. Infine, domenica la chiusura della strada sarà alle ore 10, ma sarà attivo il parcheggio presso Villa Rotonda.

 

Open post

Musica, escursioni e appuntamenti nel verde della Musica nelle Aie

Maggio Faentino si prepara ad accogliere l’appuntamento con La Musica nelle Aie del 9-12 maggio, quando il racconto del buon vivere all’aria aperta si sposta nella natura di Castel Raniero, poco distante dal centro storico di Faenza. Un luogo dove recuperare il dialogo con la natura lungo il percorso ad anello tra le aie, alla scoperta della bellezza del territorio, dei suoi poetici paesaggi e dell’enogastronomia romagnola. Il tutto rigorosamente nel rispetto dell’ambiente che ci circonda.

Quando si parla di Musica nelle Aie, il pensiero va subito ai gruppi folk provenienti da tutta Italia che si esibiranno

Maggio Faentino a Musica nelle Aie

durante tutta la manifestazione e in particolare ai 20 partecipanti al concorso “Castel Raniero Folk Festival” di domenica 12 maggio. In realtà, la quattro giorni sarà anche l’occasione per partecipare ad una serie di appuntamenti tra le aie assolutamente da non perdere. Tra le novità di quest’anno, l’apertura dell’aia della colonia di Castel Raniero.

Mostre, escursioni e concerto all’alba: anche così si coltiva la musica nelle aie

Si parte giovedì 9 maggio, quando nell’area dove è situato lo stand enogastronomico andrà in scena alle ore 20,00 la “Scola ad Folk” con ragazzi dell’Istituto Comprensivo Europa diretti dal M° Zauli.

Venerdì 10 maggio, gli amanti della due ruote ecologica, non possono sicuramente perdere l’appuntamento delle ore

Musica nelle aie – balli nelle aie

18,00 a Villa Orestina con la mostra-evento “Elogio della Bicicletta” e l’esposizione di manifesti pubblicitari d’epoca a cura di Carta Bianca Editore – Amici dell’Arte. A seguire concerto di Chitarra a cura della scuola di musica Sarti.

Sabato 11 maggio alle 5,30 torna per la seconda volta il concerto al sorgere del sole: questa volta a suonare all’alba tra le aie saranno le ocarine di Molinella ‘Ocarina Group’. Il pomeriggio si dividerà invece tra escursioni e sport, come l’escursione delle ore 14.00 dal parco della Colonia fino a Villa Orestina per il sentiero di Rio Biscia a cura di Proloco di Faenza (info: 340 2900564) con ritrovo al campo sportivo. Alle 14.30, sempre dal campo sportivo, sarà possibile cimentarsi nella ricerca delle erbe spontanee con Luciana Mazzotti a cui seguirà alle ore 16,00 la partenza della 42a Classicissima di Castel Raniero 19° Memorial Cristiano e Chiara Marini – podistica competitiva di 11 Km.

Ad accogliere il pubblico ci sarà anche il desk di Maggio Faentino con l’animazione dei ragazzi dell’ITC Oriani di Faenza. Preparate la macchina fotografica per farvi immortalare nelle cornici di papaveri!

Non dimenticare di usare l’hashtag #maggiofaentino e #musicanelleaie

Scarica QUI il programma della due giorni

 

(Ph. a cura dei fotografi di La Musica nelle Aie)

 

Open post

BorgoIndie 2019: di chiostro in chiostro tra enogastronomia e dialoghi

Riparte il calendario di Maggio Faentino con la due giorni di BorgoIndie, brindando con un calice di vino ad un mese di eventi all’aria aperta all’insegna del buon vivere made in Romagna (faentina)! Quest’anno il festival delle produzione agricoli e culturali indipendenti sarà itinerante di chiostro in chiostro: quello della Commenda nel Borgo Durbecco a Faenza il 4 maggio  e quello del Convento dell’Osservanza a Brisighella il 5 maggio. Le parole d’ordine saranno degustazioni di vini, dialoghi e cene.

Degustazioni con vini in anfora georgiani e cene gourmet

Postrivoro

Si parte alle ore 16.00 con il mercato: banchi di assaggio e vendita dei vignaioli indipendenti FIVI, vino in garage e prodotti Dop della regione. Quest’anno lo spazio dedicato alle degustazioni di sabato 4 maggio accoglierà ospiti speciali internazionali: si tratta di tre produttori di vino in anfora georgiani che racconteranno al pubblico i segreti e le peculiarità di questa antica tradizione. Il focus dell’indipendenza prosegue nei dialoghi pre-serali, dove a parlarci di riviste indipendenti saranno Martina Liverani (Dispensa magazine) e Antonio Brizioli che con Edicola 518 da qualche anno rappresenta uno spazio di libertà e rivoluzione nel cuore di Perugia con magazine indipendenti, libri d’artista, carte anarchiche e fanzine. Si prosegue poi la sera con una cena rotativa a cura di Postrivoroche torna al chiostro della Commenda con la sua food experience innovativa

Albana brighellesi, Esotico italiano e cucina innovativa per la giornata del 5 maggio

Chiostro – Convento dell’Osservanza di Brisighella

Il racconto dell’indipendenza prosegue il 5 maggio nel Chiostro dell’Osservanza di Brisighella, dove i produttori di vino albana brisighellese saranno lieti di illustrare al pubblico i loro prodotti mediante degustazione. Un’occasione imperdibile per scoprire questo vitigno e le sue caratteristiche. Si prosegue poi con una conferenza dal titolo “Esotico italiano: contaminazioni e integrazioni nelle migrazioni dei popoli” con Simona Caselli (assessore alle politiche agricole Emilia-Romagna), Silvia Galli (presidente cooperativa N.A. Nuova Accoglienza) e Chef Kumale (progetti tra food e interculturalità come #natipersoffriggere). Il cibo visto come strumento di dialogo e integrazione. Infine, a chiudere la due giorni sarà una cena a cura di Alessandro Miocchi, chef dell’innovativo ristorante Retrobottega di Roma.

Un’occasione quindi imperdibile per degustare ottimi vini all’aria aperta, scoprire sapori e lasciarsi incantare dalle suggestioni dei chiostri, che racchiudono storia e magia di un territorio naturalmente devoto al buon vivere.

 

Per info e prenotazioni: www.borgoindie.it | FB: @borgoindie

I luoghi:  Chiostro della Commenda – C.so Europa 107 | Convento dell’Osservanza – Via F.lli Cicognani 37

Non dimenticare: di usare l’hashtag #maggiofaentino e #borgoindie

Scarica QUI il programma della due giorni

 

 

Open post

100km del Passatore: ecco le medaglie dell’edizione 2019

Continua l’impegno della 100km del Passatore a coinvolgere giovani del territorio per l’elaborazione di progetti grafici relativi alla manifestazione podistica. Dopo il manifesto per la prossima edizione 2020, questa volta è stato il turno della medaglia che consacrerà i vincitori della gara 2019. Lo scorso 17 Aprile, una commissione giudicatrice si è infatti riunita per scegliere l’assegnazione dei premi inerenti al Concorso per la realizzazione della Medaglia della 47^ “100 Km del Passatore”, interpretato dagli studenti del Liceo Artistico.

Vince l’opera della giovane Linda Fiorentini, classe 2^A

Tema del concorso, quest’anno, “L’eredità di Leonardo 1519-2019”, in riferimento al 500^ anniversario della sua morte. La giuria, dopo le attente valutazioni del caso, ha eletto vincitrice l’opera di Linda Fiorentini della classe 2^A, premiando la coerenza verso il tema, la facile lettura, la pulizia stilistica derivata dalla semplificazione in chiave contemporanea dell’Uomo di Vitruvio, la più classica iconografia Leonardesca. Seconda classificata Carolina Petrosino della classe 2^B, la cui opera è caratterizzata da un’alta qualità esecutiva che mette in risalto una figura equestre leonardesca, dando vita ad una composizione dinamica e leggibile. A chiudere il podio Fiorenza Berti della 2^C, il cui elaborato presenta, oltre alla coerenza con il tema e ad una buona esecuzione tecnica, una particolare inventiva creativa che si realizza nella fusione della fisionomia leonardesca e dantesca di facile leggibilità. Al contest hanno partecipato 303 utenti esprimendo 495 voti di preferenza.

Posts navigation

1 2 3
Scroll to top